Questo sito implementa cookies tecnici e profilazione. La prosecuzione della navigazione o l'interazione con la pagina (come l'esecuzione di un attività di scrolling dei contenuti o il click su un elemento) comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie

Chi siamo

Benvenuti nel nuovo portale del CENTRO TERRITORIALE di SUPPORTO per la Provincia di Lecce.

DIRETTORE DEL CENTRO: D.S. Raffaele CAPONE - DSGA: Marinella STICCHIDOCENTE RESPONSABILE DEL CENTRO: prof. Maurizio MOLENDINI

ALTRI OPERATORI DEL CENTRO: Attività di formazione Prof.ssa Romina CALABRESE; Lab. Psicomotricità Prof.ssa Giulia PETRELLI; Sportello Autismo Prof.ssa Alessandra MENGONI; Archivio consulenze e organizzazione eventi Prof.ssa Irene AMATO; Gestione biblioteca Prof.ssa Teresa VINCI; Sportello Tutela diritti disabili Prof.ssa Claudia MAGGIO; Sportello Bullismo/Cyberbullismo Prof.ssa Monica VERARDO.
 

Il CTS nasce nel gennaio 2007 grazie al progetto “Nuove tecnologie e disabilità”, un’iniziativa del Ministero della Pubblica Istruzione, per favorire l’utilizzo delle tecnologie nelle istituzioni scolastiche alle persone disabili.
Tale progetto ha previsto la costituzione o il potenziamento, laddove già esistenti, dei centri territoriali di supporto. Per tale motivo nell'anno scolastico 2006-2007 il Ministero della Pubblica Istruzione ha organizzato a Montecatini un’attività di formazione destinata agli operatori, designati dagli Uffici Scolastici Regionali, per la gestione operativa dei citati C.T.S..
Il C.T.S. con le sue attività contribuisce a: ottimizzare le risorse nella fase di acquisizione delle attrezzature hardware e software e nella loro gestione, con trasferimenti da una scuola all’altra secondo il variare dei bisogni; fornire assistenza tecnica, ossia aiuterà le scuole a risolvere i più comuni problemi di funzionamento e adattamento delle tecnologie alle esigenze dei singoli utenti; fornire assistenza didattica, ossia darà indicazioni idonee per utilizzare lo strumento in modo davvero efficace in tutte le attività scolastiche, considerando anche gli aspetti psico-pedagogici e le esigenze delle varie discipline; addestrare inizialmente lo studente e accrescere successivamente le sue competenze; formare gli operatori con interventi flessibili, puntati e mirati, in grado di rispondere a esigenze contingenti (p.e. cambio di insegnanti o di scuola).
In questi ultimi anni è andata sempre più aumentando l’esigenza formativa da parte dei docenti per le nuove tecnologie che, offrendo diverse soluzioni, costituiscono un valido strumento per la costruzione di percorsi didattici individualizzati e progetti educativi altamente personalizzati. L’utilizzo di ausili informatici e in generale di attrezzature tecnologiche, infatti, oltre a favorire gli apprendimenti, risulta importante per la socializzazione, l’autostima, la memoria, l’attenzione e, più in generale, ma non ultima, l’autonomia. Se, da una parte, la domanda di ausili tecnologici per l’integrazione e la promozione dell’autonomia delle persone disabili è in crescita costante, dall’altra, per coloro che già li utilizzano (utenti disabili e operatori che ruotano intorno ad essi), si pongono continuamente nuove necessità. Si assiste a sempre nuovi sviluppi delle tecnologie, con soluzioni che fino a dieci anni fa sarebbero state inimmaginabili.
L’utilizzo degli ausili informatici e dei software didattici è purtroppo ancora poco diffuso, e spesso si rinuncia a strumenti che ormai sono entrati nella vita quotidiana, favorendo così uno stato di disagio e di scarsa inclusione che già il disabile si trova ad affrontare. Spesso l’utilizzo del computer (o di altri ausili informatici) è l’unico mezzo per poter raggiungere determinati obiettivi.
Talvolta una scarsa conoscenza degli ausili informatici comporta scelte costose e un uso improprio degli stessi, anche quando le difficoltà potrebbero essere superate con accorgimenti elementari.
Quindi, per tale motivo, è necessario attivare corsi di formazione per i referenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Tali corsi di formazione, di tipo teorico pratici su ausili informatici e software per la didattica con l’intervento di esperti delle aziende produttrici del settore, avranno l’obiettivo di creare figure di sistema capaci di svolgere un ruolo strategico rispetto a: richieste di counseling interno alla scuola in cui operano; programmazione di indagini di screening; valutazione rispetto alla effettiva necessità di invii ai Servizi Sanitari; comunicazioni tra scuola, famiglia, servizi sanitari; promozione di azioni di formazione-aggiornamento; comunicazioni tra i vari Uffici Scolastici, Regionali e Provinciali, i CTI, il MIUR, i Servizi Sanitari e le associazioni che operano nel settore.